tangerineshade
"Are You a mod or a rocker? I'm a rod!"

Sunny Day Sets Fire

Sunny Day Sets Fire - Summer Palace

Summer Palace è uno dei più bei dischi indiepop che mi sia capitato di ascoltare quest’anno. E’ l’album d’esordio dei Sunny Day Sets Fire, un eterogeneo gruppo di base a Londra, cui il nostro paese ha l’onore di contribuire con ben due componenti, il frontman Mauro ed il polistrumentista Max. Completano la lineup del gruppo una ragazza di Hong Kong e due componenti anglosassoni, dal Regno Unito e dal Canada. Le origini della formazione sono da attribuire a Mauro ed Onyee (la componente femminile) che fecero conoscenza anni fa in quanto colleghi: erano entrambi maschere in un cinema di Chelsea; scoprirono di condividere i gusti musicali e si ritrovarono a comporre motivi pop durante le pause della loro attività. Da lì a costituire un duo il passo fu breve, e si aggiunsero strada facendo gli ulteriori elementi sino a plasmare la formazione odierna che propone, come da loro stesso definito, “un insieme di influenze ad ampio spettro che scorrono su di un piano di epico pop psichedelico”. I loro primi EP sono stati pubblicati nel 2006 (risale a quell’anno il brano più orecchiabile e radiofonico: Brainless), ma è con la pubblicazione di Summer Palace che i Sunny Day Sets Fire si aspettano di raggiungere un pubblico più vasto, ed io non posso che unirmi al coro di coloro che ascoltato l’album esclamano: “Grandiosi! Speriamo che in molti si accorgano di loro!”.

Brainless mp3

Smallest Heart On Earth mp3

Annunci

8 Risposte to “Sunny Day Sets Fire”

  1. beh brainless fighissima. bella scoperta.

  2. Wow descrizione intrigante, urge approfondimento.

  3. Io me ne sono accorto.
    Ti dirò di più,
    adesso li porto al mare con me.
    😉

    Buon fine settimana,
    Addison.

  4. Siiii!!! Se ne parla sempre di più e devo dire molto bene… che stile intrigante!!! Ti catturano subito e per quanto mi riguarda, più li ascolto e più mi piacciono!!!

  5. SDSF prendono il nome da un generatore automatico di nomi per band su internet (qualcosa tipo stupistaff.org, una genialata insomma) e li tengo d’occhio da un pezzo. mentre ep e singoli spaccavano, l’album l’ho trovato troppo lungo e ripetitivo. dopo ripetuti ascolti, ormai salvo solo Wilderness, puro stile Kevin Barnes, uno dei singoli dell’anno.

    hngtll

    perdona, ma non potevo non dire la mia 😉

  6. Mi piacciono un sacco, devo dire che li trovo assolutamente originali e ricchi di idee, mai noiosi, e mi dicono che vederli dal vivo sia un’esperienza davvero unica! Spero di farla al più presto… ma a quando in Italia??

  7. Questi hanno sentito i Caravan. Ottimo.

  8. scopro solo ora questo blog, complimenti

    disco fantastico

    in italia verranno in sardegna, ci sono già stati a suonare… e da là (sempre area Here I Stay) suggerisco June e Flying Sebadas…


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: