tangerineshade
"Are You a mod or a rocker? I'm a rod!"

Scattered Notes #5

Chris Walla - Field ManualChris WallaField Manual

Il chitarrista e produttore dei Death Cab For Cutie, che risiede a Portland nell’Oregon, ha finalmente dato luce al suo album solista, con un ritardo di quasi un anno rispetto ai piani originari. Un interessante antipasto rispetto al piatto forte: il nuovo album dei DCFC previsto per maggio e che si preannuncia come un contender per tutte le classifiche indie.

Everybody Needs A Home mp3

A Silver Mt. Of Zion – 13 Blues for Thirteen MoonsA Silver Mt. Of Zion13 Blues for Thirteen Moons

Menzionato Efrim Menuk poco tempo fa in occasione del bellissimo disco dei British Sea Power, arriva ora il quinto disco del collettivo canadese, uno degli album più difficili che mi sia capitato di ascoltare negli ultimi mesi. Richiede dedizione e concentrazione, evitate se non ne avete l’umore adeguato.

Blindblindblind mp3

Get Well Soon - Rest Now, Weary Head! You Will Get Well SoonGet Well SoonRest Now, Weary Head! You Will Get Well Soon

Che i crucchi sappiano fare grande musica quando ci si mettono non è una novità, senza scomodare Wagner e Beethoven, anche in ambito indie basti pensare a The Notwist, Lali Puna e Ms. John Soda. E Get Well Soon, pseudonimo di Konstantin Gropper, propone un disco d’esordio che non lascerà indifferenti gli amanti dei suoni tipo Calla (quindi me) anche se molti indirizzano il suo indiepop epico verso altri lidi, quella terra d’Albione che ha dato i natali a Thom Yorke, per esempio. Sono d’accordo con chi scrive che il talento di Konstantin risiede anche nella capacità di eludere le etichette, e spaziare in ambiti diversi in ciascun brano, visitando generi anche diametralmente opposti tra loro. Certamente merita l’ascolto, ma richiede un po’ di versatilità uditiva.

Prelude mp3

The Envy Corps - DwellThe Envy CorpsDwell

Un po’ di sano indie rock dall’Iowa (di sicuro uno stato che mi mancava nella mio assortimento geomusicale), piuttosto immediato e di conseguenza un po’ poco profondo. Amici e supporto dei The Killers, il loro secondo album include il paio di singoli pubblicati l’anno scorso, che sono anche le tracce più significative. Dwell rischia di farsi dimenticare presto ma garantisce un più che discreto intrattenimento musicale che molti accostano ai Doves, anche se per me il paragone suona un po’ blasfemo.

Wires & Wool mp3

Destroyer - Trouble In DreamsDestroyer Trouble In Dreams

Molti amici di blog, quelli più sensibili ai suoni folkeggianti, impazziranno per questo disco che è oggettivamente bello. Destroyer significa Daniel Bejar e quindi The New Pornographers, Swan Lake e Vancouver, una delle città più belle del mondo IMHO. Mi riprometto di far passare Trouble in Dreams molte volte, perché necessita di essere degustato con calma, leggendo, in una sorta di slow music, sempre più difficile da ottenere con lo spropositato numero di uscite in arrivo.

Foam Hands mp3

Aidan John Moffat - I Can Hear Your HeartAidan MoffatI Can Hear Your Heart

L’altra metà degli Arab Strap propone il suo disco solista a distanza di un anno da quello di Malcolm Middleton, ma io faccio fatica a comprendere il concept di I Can Hear Your Heart, e se non fosse per il rispetto e l’ammirazione che provo per lo scozzese, mi sarebbe venuta voglia di accantonarlo seduta stante. Perfetto per chi desidera farsi una cultura sulle peggiori parole coniate oltremanica, ma di musica ce n’è pochina, essendo più che altro un audio book musicato. Il cd è fornito di libro di supporto e sta ricevendo critiche entusiastiche nel regno Unito. Io preferisco aspettare il prossimo di Malcolm Middleton: A Sleight Of Heart.

The Boy That You Love mp3

Annunci

18 Risposte to “Scattered Notes #5”

  1. Ellamadonna! Sono in coda per I Am Kloot, poi cercherò soprattutto Walla, che mi delizia sempre (anche come produttore). Nuovo Hot Chip? Fra poco lo “incomincio”.

    Grazie per gli mp3 e i consigli, terrò ben presente.

    Bluto

  2. Sì, immagino che Walla sappia arrivare alle tue corde, anche i The Envy Corps penso che sapranno rendersi piacevoli alle tue orecchie. Hot Chip come i Pinback: spunti interessanti per i “nastroni”. ;]

  3. Walla non male.

    Gli A Silver Mt. Of Zion non mi ci metto nemmeno dopo quanto hai scritto, visto che non sono mai riuscito a digerirli.

    Non so se ti era piaciuto il primo di Why? ma quello nuovo è ai livelli !!

    Poi mi sono piaciuti molto gli Helio Sequence e qualcosa dei Voicst.

  4. Sai che Alopecia dei Why? l’ho cancellato dopo il primo ascolto? Provo a vedere se funziona l’undelete…
    Suonano molto interessanti gli Helio Sequence, in effetti, e meno i Voicst. Grazie per le segnalazioni!

  5. Espansione delle conoscenze. Questo mi pare un buon titolo per il tuo post.
    ciau,a.

  6. Hmmm, ma quindi di Why? non t’era piaciuto nemmeno il primo ?

    Sì, in effeti dei Voicst mi piace solo 6 e un po’ meno la 5.

  7. Elephant Eyelash, il secondo del 2005? Sì, non mi era dispiaciuto, anche se non è che l’abbia ascoltato decine di volte. Oppure intendi il primo del 2003?
    Per quanto riguarda Alopecia, ho un idiosincrasia personale per l’hip hop, il cui dosaggio in quest’album mi pareva durante il primo ed ultimo ascolto avesse superato il livello di guardia… ;]

  8. Ok, ok, allora non verrò a dirti che l’ultimo dei Wu Tang mi è piaciuto :DD

  9. Ci mancherebbe Subliminalpop! Sono molto rispettoso delle altrui opinioni e dei gusti diversi dai miei, amo la {bio}diversità in tutti gli aspetti, anche quelli culturali! ;]

  10. Sui Silver mi ci butto a capofitto (spero di non farmi male). Per Get Well Soon sono già in attesa. Saluti, Addison.

  11. Il disco precedente di Destroyer (Destroyer’s Rubies) era fantastico! Grossa curiosità per questo direi!

  12. Scusa ma perchè per ild isco nuovo degli Envy Corps dici “piuttosto immediato e per cui poco profondo”???!!! ma dico…rileggiti questa frase e vergognati. Vabbè che internet è uno spazio libero ed ognuno puo’ scrivere quello che meglio crede, vabbè che il proliferare di blog che parlano di indie (che cazzo significa questo termine ad oggi poi..) contribuisce alla disinformazione, non credi che quella tua frase vada cancellata perchè offende la tua e l’altrui intelligenza?
    F.

  13. No, non credo F. di Agenzie Stampa Area di Roma. Da allora ho ascoltato molto Dwell degli Envy Corps, mi piace alquanto, risultando uno dei migliori dischi di quest’inizio 2008. Certamente se ne scrivessi oggi userei toni diversi e più positivi, anche se la sostanza di quella frase non è stata cancellata. Di certo non mi vergogno, trattandosi questo spazio di uno scambio di impressioni tra amici/conoscenti, senza alcuna pretesa censoria come da disclaimer a lato. Sono impressioni a caldo e come tutte le impressioni possono risultare errate alla luce di un’approfondimento. Ma non mi aspetto molta comprensione da chi giudica i blog musicali fonte di disinformazione; del resto, abbiamo conosciuto ed apprezzato più dischi e gruppi tramite il passaparola del social networking / web 2.0 che attraverso la comunicazione di tutte le agenzie di stampa della terra…

  14. Rimane comunque che fatico ad immaginare qualcuno che possa essere d’accordo e condividere l’assioma “piuttosto immediato e per cui poco profondo…” come se la profondità di un messaggio, la sua intensità si misuri solo in base al suo modo di essere di difficile comprensione.
    Scusami ma la storia musicale, ma culturale in generale, storicamente contraddice la tua affermazione.
    F. di Area

  15. L’uso del virgolettato richiederebbe una più fedele attinenza alle parole riportate, che giacciono a poca distanza e a portata di un semplice copia/incolla. Sicuramente la mia è una frase incorretta per come è posta, ma è facilmente intuibile cosa intende realmente esprimere, basta volerlo.

  16. Vabbè…sono capitato per sbaglio sul tuo blog cercando news sul disco degli Envy. Mi ha irritato quella tua affermazione. Leggendo altre cose, altre recensioni e l’accuratezza e quantità di dischi di cui parli, mi sento comunque di farti i complimenti.
    Condividiamo molti gusti musicali…
    F.

  17. Spiacente di averti fatto irritare con quella frase sconnessa, se dovessi capitare da queste parti, magari per un concerto di uno dei gruppi per cui condividiamo la passione, fammi un fischio che ti offrirò volentieri una bevuta. ;]

  18. Vale anche per te se dovessi capitare a Roma per qualche concerto.
    F.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: