tangerineshade
"Are You a mod or a rocker? I'm a rod!"

Papercuts

Papercuts - Can't Go Back

Questi gironi di relativa calma discografica in cui non compaiono altisonanti advance possono essere quelli adatti per rivisitare alcuni dei dischi che sono stati trangugiati nei periodi più densi di materiale nuovo, senza aver ottenuto adeguato spazio. Uno di questi, per me, è certamente Can’t Go Back dei Papercuts, che contiene John Brown, una delle canzoni che ascolto con maggior piacere recentemente. Jason Quever è il Deus ex machina del gruppo di San Francisco, e vanta trascorsi di collaborazione con Casiotone For The Painfully Alone (e qui immagino che a qualcuno in particolare si drizzino le orecchie…), nonché una certa vicinanza ai Grizzly Bears, più dal punto di vista relazionale che da quello dell’assonanza della musica proposta. I Papercuts viaggiano a cavallo di indie, folk e pop, prediligendo suoni classici alla ricerca di innovazioni, consegnando dieci tracce un po’ fuori dal tempo, nei quali quasi sempre sono piano/tastiere e chitarra a costituire la struttura portante sulla quale si innesta la voce calda e rassicurante di Quever.

Papercuts – John Brown mp3

Annunci

8 Risposte to “Papercuts”

  1. gran bel blog.
    passerò più spesso. stay indie.

    (ah, mi farebbe piacere averti sul mio forum: http://sultansofsentiment.forumcommunity.net)

  2. l’ho sentito proprio ieri in macchina, al tramonto. mi è sembrato di tornare a 10 anni fa quando scavavo nei meandri delle b-side del signor zucca-corgan. ho apprezzato particolamente la seconda parte dell’album.

  3. hai visto lo spot della mercedes classe c? chi suona? mi pare di averlo stò ciddi, ma non mi viene…e spulciarne un migliaio non ho tempo… ciau, a. 🙂

  4. E’ New Killer Star, dall’ultimo album del Duca Bianco, Reality. Recentemente sono davvero pochi gli spot con brani di rilievo, come questo. E non ho capito se ciò è bene o male… :]

    Comunicazione telepatica ormai, Antonio. Ascolto Bright Eyes e realizzo che non te ne ho mai sentito parlare, ma difficilmente non rientra nei tuoi canoni. Cassadaga sembrerebbe un -altro- gran bel disco.

    Grazie Kazufai, senz’altro lo visiterò. :]

  5. Non conosco, sembra interessante (io ho drizzato le orecchie), cercherò…

  6. Sì, a giudicare dai tuoi ascolti SP dovrebbe essere un gruppo che ti può piacere.

  7. Mi si sono drizzate le orecchie!

  8. Ecco, sì, eri proprio tu! :]


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: