tangerineshade
"Are You a mod or a rocker? I'm a rod!"

Sophia

Sophia - Technology Won't Save Us

Il 22 gennaio 2007 passerà alla mia storia come un giorno dove ho imparato tanto, in misura come di rado mi è capitato negli ultimi anni della mia vita. E la cosa più strana è che non capisco se dovrei essere triste oppure felice, perché una parte di me sorride e quell’altra sanguina. Prevale il realismo, quello secondo cui i sogni svaniscono all’alba o, peggio, sono destinati a diventare incubi. Posso solo ringraziare il fato, le tre Parche o il destino che dir si voglia di avermi messo, ad un certo punto dell’ordito, nella stessa trama di certe splendide creature.
Come spesso accade, la musica riesce a sottolineare ed a magnificare certi passaggi cruciali, ed oggi è toccato ai Sophia. Technology Won’t Save Us è uscito a fine ottobre ed è stato da me colpevolmente ignorato sino ai giorni scorsi, forse a causa del precedente People Are Like Seasons del 2004 che al di là di Oh My Love mi aveva procurato poche scosse emotive. Ma probabilmente mi sbagliavo e si renderà necessario un riascolto più attento anche di quel disco. Trovo adesso Technology un album profondissimo che non mi stupisce trovare ai vertici di molte classifiche del 2006, comprendendo sia grandi tracce a presa rapida alla Where Are You Now, che una struttura di insieme armonica e equilibrata che tiene avvinti per tutti i quaranta minuti di ascolto. Esiste però una edizione limitata che include il bonus CD Music for Picnics (Knocks and Rocks and Scratches and Squeaks…) ovvero sei tracce acustiche in cui il solo Robin Proper-Sheppard, anima della formazione, ripropone alcuni dei brani delle ultime due pubblicazioni in una veste ancor più melanconica dello standard-Sophia. Un po’ quello che ha fatto in un recente set alla Casa 139 a Milano ad inizio gennaio (che – avendo ascoltato prima questi dischi – non avrei mai pensato di perdere, considerando anche la presenza a supporto di Malcolm Middleton). Poco male, però, perché a quanto pare i Sophia torneranno in tour in Italia in formazione completa ad aprile ed allora non mancherò di certo, perché, come canta Birds:

Come on hurry up now
We’re a day late for Spring
If we sneak in through April
We won’t miss a thing

Isn’t it beautiful
Our lack of control
No prayers unanswered or wishes ignored


Where Are You Now mp3

Lost (She Believed in Angels) mp3

Swept Back (acoustic) mp3

Annunci

7 Risposte to “Sophia”

  1. Technology non l’ho ancora ascoltato ma conto di farlo al più presto. people are like seasons a me è piaciuto e mi sono persa l’evento alla casa. ad aprile non mancherò:)
    p.

  2. Infatti, ieri sera sono rimasto incastrato su Swept Back. Poi ho visto un tuo post su Swore To Myself. Quindi i prossimi giorni saranno dedicati alla rivisitazione di People, e magari anche di qualche episodio precedente. Ad aprile quindi, sperando che Robin mantenga la promessa… ;]

  3. Fantastico il tuo blog ho visto che hai recensito parte del mio database musicale…i gruppi che non conosco li ascolterò. Ancora complimenti, ti ho linkato sul mio blog…ne vale la pena! Ciao

  4. Per quanto possa sembrare banale, è proprio vero che non si smette mai di imparare e – come dimostra questo post – di conocere nuova musica. Grazie!

  5. può darsi che siano un pò bistrattati perchè sto avendo difficoltà a reperire questo ciddi. A me people are like seasons era molto molto piaciuto…ed anche i precedenti due, anche per via delle incisioni così limpide…taglienti poesie acustiche.

  6. Grazie a te Bluto, per esempio per i The Changes che ho ascoltato volentieri nel week-end, ma anche e soprattutto per gli Arizona. Sarà anche banale, ma senza la volontà di apprendere e la capacità di trasmettere le esperienze, unitamente all’istinto della curiosità che porta all’esplorazione, la nostra civiltà starebbe ancora confinata alle grandi savane africane. E da questo punto di vista, dopo decine di migliaia di anni, non cambiano gli stimoli principali, a parte quelli necessari per la mera sopravvivenza e riproduzione. E’ proprio ciò che contraddistingue il mio rapporto con la musica: aspirazione di imparare ed il piacere di esplorare. ;]

    Antonio, in effetti quella era la data di pubblicazione in UK, ma la serata alla Casa 139 ad inizio gennaio era anche funzionale al lancio del disco in Italia, per cui dovrebbe proprio esserci.

  7. C’ero anch’io. Ci sono andata per curiosità, perché lo conoscevo poco. Dopo averlo visto live, l’ho adorato.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: