tangerineshade
"Are You a mod or a rocker? I'm a rod!"

2006 Chart

Tangerine 2006 Chart

Vale lo stesso disclaimer dell’anno scorso: classifica emotiva e ben poco critica, sono tutti LP che in uno o più periodi dell’anno mi hanno dato tanto. Cliccando sull’immagine si apre una nuova finestra con una risoluzione migliore e più leggibile.

Per quanto riguarda i brani, escludendo quelli contenuti nei dischi qui sopra per evitare ridondanze, questi sono quelli che mi voglio ricordare:

  1. Stand In Silence degli …And You Will Know Us By The Trail Of Dead
  2. It’s All Been Done dei Green And Yellow TV
  3. Three Seed dei Silversun Pickups
  4. True dei The Frames
  5. We Choose Faces degli I Love You But I’ve Chosen Darkness
  6. The Island, Come And See, The Landlord’s Daughter… dei The Decemberists
  7. Benton Harbor Blues dei The Fiery Furnaces
  8. Falling Over My Feet dei Guillemots
  9. Lady Of A Certain Age di The Divine Comedy
  10. Steal The Blueprints dei +/-

Un’annata più che soddisfacente alla quale è mancato un disco da consegnare alla storia della musica.

Annunci

4 Risposte to “2006 Chart”

  1. ma saranno i posteri a decidere quale nel 2006 sia stato il disco da scolpire nel granito…comunque penso che tu abbia ragione, nel mio ponte della madonna tedesco ho comprato un pacco di cd, ma tutti deludenti.
    ciau,a.

  2. …e poi last fm dice pure cha la nostra affinità musicale è “Low” 🙂

  3. D’accordo con te per quanto riguarda l’annata. E ottima classifica: Grandaddy e Calexico non sono entrati di un soffio anche nella mia. 😀

  4. MMan, il genere più vicino al mainstream è stato particolarmente avaro di dischi degni di nota, mi sembra. Quello che mi dispiace, invece, è che sono certo che ci sia almeno una dozzina di dischi di grande livello ma che per scarsa diffusione e visibilità non sono giunti alle mie orecchie. Inevitabile, mi rendo conto.
    In ogni caso non sono d’accordo che saranno i posteri a decidere. Ci si accorge eccome, anche all’istante. Ho avuto la fortuna di essere lì appena London Calling è uscito. E, pur nella vaghezza dell’adolescenza, ho realizzato che quel vinile avrebbe segnato un’epoca, te lo assicuro.

    Antò, quello è un calcolo bislacco che si basa sul *numero* di gruppi in comune. In realtà nessuno mi è più affine… Anzi, a dire il vero, sono io che mi sono “affinato” a te… ;]

    Grazie Bluto, ovviamente, come da commento alla tua, reciproco. La tua è molto più indipendente. Ed è giusto così.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: