tangerineshade
"Are You a mod or a rocker? I'm a rod!"

Don't Panic

Guida Galattica per AutostoppistiQual è il mio video musicale preferito di sempre? Coffee And Tv dei Blur. Da quando l’ho visto, con il cartone-di-latte-animato che partiva alla ricerca del nerd scomparso Graham Coxon, ho sempre desiderato di poter assistere ad una pellicola diretta dallo stesso regista inglese, Garth Jennings, autore di svariati clip di livello elevatissimo da Beck (Lost Cause e recentemente Hell Yes), a Badly Drawn Boy (Disillusioned e Spitting In The Wind), passando per Supergrass (Low C, Keep On Moving e Pumpimg On Your Stereo), Pulp ed Eels (Last Stop This Town e Cancer For The Cure), nonché la bellissima rappresentazione della teoria dell’evoluzione in Right Here Right Now di Fatboy Slim.
Ebbene sono stato accontentato quando, dopo una serie di vicissitudini, a Jennings è stato assegnato il compito di dirigere Guida Galattica per Autostoppisti (Hitchhikers Guide to the Galaxy il titolo originale) tratto dall’omonimo libro di Douglas Adams. La Guida Galattica è apparsa brevemente nelle sale italiane a partire da metà agosto 2005, e non sono riuscito quindi ad approfittare di una visione appropriata, dovendo ripiegare sul surrogato digitale, giunto soltanto da poco nella versione localizzata.
Improbabile, il film è altamente improbabile, come era lecito aspettarsi e come dell’improbabilità la sceneggiatura ne ha fatto manifesto, integrandola persino come legge fisica che regola l’universo. Ma non per questo meno godibile. E’ necessario un approccio molto tollerante e piuttosto fantasioso, un po’ come per Big Fish (anche se consegna molto meno poesia del capolavoro di Tim Burton), considerandolo come una sorta di estensione proprio del video di Coffee and TV. Per niente banale invece il messaggio di fondo, riguardante la ricerca delle risposte alle più grandi domande che l’intera popolazione dell’universo si pone a riguardo del senso della vita, con un riferimento trasversale a riguardo dell’amore, purtroppo tradotto non del tutto fedelmente in italiano. Ne consiglio la visione a coloro che sono in grado di passare indenni attraverso gli inevitabili risvolti ingenui e che sono predisposti – sapendolo in anticipo – ad una visione accondiscendente nei confronti dell’improbabilità. Nominato comunque quale “Miglior Commedia” e “Miglior Film Britannico” agli Empire Awards 2006.

Blur – Coffee and TV video
Eels – Last Stop This Town video
Badly Drawn Boy – Spitting In The Wind video

Annunci

3 Risposte to “Don't Panic”

  1. e mi è anche venuta un’idea, anzi sono due. voglio proporti di realizzare una compilation situazionale: il tema è la strada. per cui compilation da statale, da provinciale, da autostrada, da cronoscalata…la seconda idea te la scrivo in privato. ciao antonio.

  2. Molto interessante, volentieri a riguardo delle roadilations (SS, SP, AA, MT), su tagli da 80 minuti?

  3. si, 70-80 minuti…suggerirò presto qualcosa


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: