tangerineshade
"Are You a mod or a rocker? I'm a rod!"

Arab Strap @ Rainbow Club – Milano

Probabilmente i presupposti non erano ideali: farsi novecento kilometri in bus dopo aver suonato la sera precedente a Vienna, con annesse operazioni di smantellamento e setup, non può non lasciare qualche segno sulla condizione psicofisica della band. Di fatto questo concerto un po’ mi ha deluso, e ringrazio la dolce compagnia di Velvetsun se sono riuscito a passare comunque una piacevole serata. Il fatto che abbiamo parlato – durante il concerto – di altri gruppi, dai Gomez agli Idelwild, dai Travis ai Belle & Sebastian, la dice lunga sul fatto che l’esibizione non sia stata coinvolgente per tutto l’arco della sua durata. Stendo un pietoso velo sul prologo (fossi il tour manager della band mi incazzerei come una belva con l’organizzazione che ha accostato al gruppo un autore così insignificante e oltretutto totalmente avulso dal genere musicale di appartenenza degli scozzesi).
I momenti migliori sono rappresentati dai brani dell’ultimo album (The Last Romance), ovvero Stink (primo pezzo suonato), Speed-Date, Dream Sequence e There Is No Ending, eseguito come ultimo pezzo ufficiale durante l’encore. Quest’ultimo (che è anche il mio preferito) è stato il catalizzatore di un incontro con una persona molto speciale ed alla stessa, che sta vivendo un momento non propriamente esaltante, l’ho mentalmente dedicato. Purtroppo anche questa bellissima canzone è risultata meno apprezzabile che sul disco perché, se era facile immaginare che non ci sarebbero stati i fiati di supporto, Aidan Moffat alle tastiere l’ha un po’ deturpata, perdendo anche concentrazione nel canto. Chiude definitivamente il set una cover di It’s A Heartache di Bonnie Tyler che, tutto sommato non ha un valore aggiunto significativo.
Il migliore è Malcom Middleton: sempre impeccabile la sua chitarra. E in generale i passaggi strumentali corali, dove la band produce suoni non molto distanti da quelli dei conterranei Mogwai.
Spero comunque di aver modo di risentirli in uno stato di forma migliore.

Annunci

6 Risposte to “Arab Strap @ Rainbow Club – Milano”

  1. ho fatto altrove una domanda inutile, sorry… 😦

  2. Figurati Shatzy… :]
    Per un buffo gioco di equivoci ho rischiato di fare una figura colossale… ;]

  3. e non mi dici altro??? voglio sapere!!!! :DDD

  4. grazie a te della compagnia.
    concerto carino dai.
    era tanto che li aspettavo. 🙂

  5. Anch’io li aspettavo da molto, forse da troppo… :]
    Al prossimo, magari i Magic Numbers!


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: