tangerineshade
"Are You a mod or a rocker? I'm a rod!"

Morrissey

Arriva I Will See You In Far Off Places, la prima traccia del nuovo album di Morrissey, Ringleader Of The Tormentor, e mi coglie in un momento in cui sono particolarmente sensibile alle creazioni di Steven Patrick Morrissey. Sto infatti leggendo Questa Notte Mi Ha Aperto Gli Occhi, il terzo libro scritto da Jonathan Coe pubblicato la prima volta nel 1990. Il titolo è già indicativo, perché è lo stesso di una traccia di Hatful of Hollow (ovviamente This Night Has Opened My Eyes), album simbolo dei The Smiths, ma il legame a doppio filo prosegue per tutto il libro, in quanto ogni capitolo viene introdotto con una verso di una canzone del gruppo inglese, e comunque l’intera narrazione è intrisa di musica in quanto il protagonista è componente di una band per la quale compone la musica e scrive i testi. In realtà il titolo originale era The Dwarves Of Death, che si riferisce al nome di una band punk-rock che avrà un ruolo nella trama del libro, ma in questo caso sono completamente d’accordo nell’aver evitato la traduzione, dato che un titolo come I Nani Della Morte avrebbe conferito un infondato connotato lugubre al romanzo che invece è gradevolmente cosparso di humor inglese.

Intanto mi ascolto I Will See You In Far Off Places (mp3 qui), che lascia ben sperare per l’album che uscirà ufficialmente il 3 aprile.

Annunci

6 Risposte to “Morrissey”

  1. Non ti offenderai, credo, se riprenderò da Questa notte mi ha aperto gli occhi 🙂 Se domani lo trovo in aeroporto lo prendo, altrimenti lo cercherò la prossima settimana. Anche per ascoltare la canzone dovrò aspettare lunedì. Ciao monterey, buonanotte

  2. Certo che no. Facciamo così, La Casa Del Sonno te lo porterò io alla prima occasione. Sono certo che sarà un grandissimo week-end il tuo a Londra. Salutami Rough Trade… ;]
    Buonanotte anche a te.

  3. pensa la casualità: io settimana scorsa ho finito “circolo chiuso”, stupendo come “questa notte…” e tutti gli altri titoli di quel grand’uomo di coe.
    ps. secondo me non hanno tradotto originale il titolo anche per evitare implicazioni politiche tutte italiane. 🙂

  4. ROTFL Antò! Ormai sono in fissa e sto completando la bibliografia italiana di Coe. E’ ormai il mio contemporaneo preferito. La banda Dei Brocchi + Circolo Chiuso superlativi, ma forse la Casa Del Sonno è quello che mi rimane più impresso.

  5. “la casa del sonno” è stata il colpo di fulmine (pensa che lo comprai solo perchè mi piaceva la copertina, l’autore non sapevo chi fosse) ma il mio preferito è “la famiglia winshaw”. sono convinto che tra 100 anni sarà ancora un classico della letteratura inglese.

  6. coe è un grande, la banda dei brocchi e circolo chiusi son di quei libri che ti bevi tutti di un fiato. di questo qua ne ignoravo l’esistenza. mo’ me lo accatto


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: