tangerineshade
"Are You a mod or a rocker? I'm a rod!"

Pilotdrift

Pilotdrift - Water Sphere

Quintetto di Texarkana, paese nell’angolo nord-est del Texas, talmente ad est che per metà è situato in Arkansas (da questa singolare dislocazione l’altrettanto peculiare nome della cittadina). Sono in cinque ma suonano come se fossero venticinque un progressive rock sperimentale venato di una miriade di influenze. Si erano autoprodotti un esordio Iter Facere ed avevano iniziato a calcare i palchi del sud, dove hanno avuto modo di entrare in contatto con Tim DeLaughter (leader dei Polyphonic Spree – lo stravagante assembramento di una ventina di elementi che offre pop sinfonico) il quale aveva appena fondato una nuova etichetta, la Good Records, che prontamente ha messo i Texani sotto contratto, fornendo loro i mezzo per un vero debutto su scala più ampia: Water Sphere, pubblicato lo scorso settembre.
Il frontman dei Pilotdrift definisce così il loro album: "Water Sphere is like a little movie rental store, you have your drama, sci-fi, thriller, fantasy, romance, historical documentary — whatever it takes to help you escape the daily grind." Ed è proprio così: la musica dei Pilotdrift sembra essere generata da un frullatore alimentato da una varietà incredibile di stili, di gruppi (tutti rigorosamente d’eccezione – dagli Elbow ai Mercury Rev, dai Mars Volta agli Eels, da Wainwright ai Flaming Lips per arrivare ai Muse ma l’elenco sarebbe molto più lungo), il tutto non solo e non tanto da un pezzo all’altro, ma soprattutto all’interno dei singoli brani. Non ci sono mezze misure: una volta digerito questo disco finirà tra le stronzate più smisurate oppure si ergerà al rango di piccolo capolavoro. Per ora sarei propenso a scommettere sulla seconda ipotesi.

Streaming Real Audio:
So Long
Caught In My Trap
Elephant Island

Annunci

4 Risposte to “Pilotdrift”

  1. progressive… ho scoperto che a noi altri piace e allora mi lancio nella ricerca. per caso ho scoperto un gruppo progressive cileno (cercando invece roba francese di tutt’altro genere ma con lo stesso nome…). Tali Tryo, sarà qualcosa del genere?

  2. mi è venuto un dubbio.. ma ti è arrivata la mia mail? perchè l’ho mandata all’indirizzo vecchio, non vorrei si fosse persa..! grazie x il commento 😉 ricordo ancora la tua citazione da “inside of love”.. beh, la musica che ascoltiamo non è distante, quindi prima o poi ci beccheremo credo! 😉 a presto.. *Fra*

  3. ciao ciao stelline belle! oddio come son sdolcinata oggi! beh passavo di qui e un po’ come i bimbi dispettosi volevo lasciare un segno
    buon giovedi’!

  4. Grande Vou, non saprei se possono essere assimilati a questi Tryo, li cercherò per confrontare. Di indie sudamericano ho ascoltato solamente qualcosa di brasiliano e di argentino, il Cile manca… ;]

    Magari già domani agli Starsailor Colflame? Reply in approntamento! :]

    Ciao Hint! E’ buon segno che tu sia sdolcinata, e risulti tutt’altro che dispettosa. Come procede con i “sense” vari?


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: