tangerineshade
"Are You a mod or a rocker? I'm a rod!"

Niente Da Nascondere

Ieri sera ho rischiato il linciaggio. Ci ritrovavamo per vederci un film insieme e lo sciopero ha leggermente complicato i piani, nel senso che la pellicola originariamente scelta di comune accordo era in programmazione solamente ad orari irraggiungibili. Come alternativa quindi, conoscendo che alcuni apprezzano film francesi (il regista è austriaco ma attori ed ambientazione sono francesi), ho avuto la malaugurata idea di proporre Niente Da Nascondere. Mi sono fatto attirare dai cinque asterischi della critica (si lo so – è bene diffidare dei film a *****) ed il colpo di grazia l’aveva dato la recensione di Maurizio Porro: “Incubo di una famiglia radical chic che si vede recapitare cassette della propria privacy day by day. Chi ha la colpa? Cercare nel passato, presente o futuro? Magistrale, insinuante apologo thriller di Haneke, autore perfido che rovista nella codardia moral-materiale degli intellettuali e organizza con tempismo perfetto un cine-complotto di straordinaria forza. Finale aperto, il tema è chiaro: nessuno di noi può stare tranquillo in casa. Che ci sia lo zampino medianico e apocrifo di Camus? Da vedere.” Beh, io di Porro mi fido, e quindi la mia proposta trova il consenso generale sulla generale affidabilità dimostrata in passato. Di fatto, però, il film richiede una buona dose di sacrificio, non è per nulla immediato e la regia – premiata a Cannes 2005 – è iperrealista e decisamente avanguardista e non c’è il benché minimo accenno di colonna sonora ad alleggerire la visione. I risvolti psicologici nella narrazione rivestono un ruolo molto più importante dei fatti e il finale, come aveva avvisato Porro, resta aperto e – apparentemente – irrisolto. Al termine della proiezione gli spettatori si scrutano con aria interrogativa e gli sguardi accusatori degli amici che avevo convinto diventano presto una reprimenda senza precedenti. L’imbarazzo è notevole, a me il film è piaciuto ma so di non poter pretendere che lo sia anche agli altri, specie per via di quel finale sospeso. Fortunatamente, forse pressato dall’urgenza della situazione, si materializza una percezione costruita su un dettaglio dell’ultima statica scena. L’interpretazione sembra convincere anche gli altri astanti che si sono aggregati alla discussione e fornire un completamento alla pellicola in mancanza del quale me la sarei vista davvero brutta. Ometto ovviamente di riportarlo per evitare spolier, ma qualora decideste di vederlo (ed io ve lo consiglio caldamente se sapete apprezzare anche il cinema meno scontato), prestate bene attenzione all’inquadratura finale.

Annunci

Nessuna Risposta to “Niente Da Nascondere”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: