tangerineshade
"Are You a mod or a rocker? I'm a rod!"

English Rose

La leggenda narra che l’autore, Paul Weller, era così timido a riguardo del testo di questa canzone, che ha persino evitato di pubblicarlo all’interno della copertina del 33 giri, All Mod Cons dei The Jam, anno di grazia 1978.

No matter where I roam
I will come back to my english rose
For no bonds can ever tempt me from she
I’ve sailed the seven seas,
Flown the whole blue sky.
But I’ve returned with haste to where my
Love does lie.
No matter where I go I will come back to my english rose
For nothing can ever tempt me from she.
I’ve searched the secret mists –
I’ve climbed the highest peaks
Caught the wild wind home to hear her soft voice speak
To hear her soft voice speak
No matter where I roam
I will return to my english rose
For no bonds can ever keep me from she.

I’ve been to ancient worlds
I’ve scoured the whole universe
And caught the first train home
To be at her side.
No matter where I roam
I will return to my english rose
For no bonds can ever keep me from she

Non voglio assolutamente strumentalizzare quanto è accaduto oggi, ne’ volergli conferire una connotazione distorta o di parte o tanto meno cavalcare l’onda emotiva. Semplicemente mi è venuto spontaneo rifugiarmi in questa canzone. Sia nella versione originale, che in quella successiva di Paul Weller solista, ma anche e soprattutto quella degli Everything But The Girl, comparsa sul tributo ai The Jam: Fire & Skill. La voce unica di Tracey Thorn e la chitarra arpeggiata di Ben Watt, che desidero condividere con chi frequenta questo spazio web:

English Rose 192 K/s 3,19 Mb mp3

Annunci

7 Risposte to “English Rose”

  1. Sai? E’ da ieri che alterno rabbia e tristezza e non riesco ad ascoltare niente. Proverò.

  2. Tristezza e preoccupazione per me, è stato un modo per ottenebrami, dato che non ci riesco con l’alcool.

  3. e’ molto bella, grazie per avermela fatta conoscere
    Hint

  4. Mi fa molto piacere che ti sia piaciuta Hint, specie a te che questa vicenda l’hai vissuta da molto vicino…

  5. Amo pazzamente Paul Weller. Mi ha sempre dato un senso di sicurezza, e sapere che fu persino ‘timido’ mi fa sorridere, e me lo fa amare ancora di più. Grazie per il brano, una versione che non conoscevo. Interessante il Cd-tributo ai Jam, è tutto così bello?

    Per quello che è successo a Londra sono senza parole. Ma davvero. Non ha senso dire qualcosa, straparlano già in troppi.
    Grazie Monterey, per questa canzone. Poche parole, pochi suoni, a me bastano.

  6. E’ un piacere Gabri, specie nei confronti di chi ama Weller come me. Fire & Skill non è tutto a questo livello, anche perchè questa è una delle canzoni più belle, ma ci sono un paio di interpretazioni dei Gallagher che meritano l’ascolto. E poi c’è una traccia nascosta di PW stesso: No One In The World.
    Pochissime parole, si, sono d’accordo. Guardavo poco fa l’immagine di Hassib alla stazione di Luton e cercavo di scutare il suo sguardo, di immaginare i suoi pensieri. Ma poi ci ho rinunciato.

  7. E’ vero che c’è una versione di The Butterfly Collector dei Garbage?
    O mi sbaglio?


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: