tangerineshade
"Are You a mod or a rocker? I'm a rod!"

The Sames [Reprise]

The Sames - E.P

Avevo lasciato in sospeso il giudizio sui The Sames. Per poter ascoltare il loro debutto You Are The Sames ho dovuto percorrere la via più indipendente che si possa immaginare, ovvero acquistare il loro cd direttamente dalla piccola (ma non per questo meno apprezzabile) etichetta Pox World Empire, dato che non è a tutt’oggi reperibile altrimenti. Già che c’ero, e che l’offerta era davvero allettante, ho approfittato del bundle con il loro EP del 2002 il tutto per la modicissima spesa di USD 10,-, diventati 13,- con le spese di spedizione. Considerando che quando è arrivato, una decina di giorni fa, il pacchetto per via aerea recava in bella evidenza l’addebito al mittente da parte del servizio postale statunitense di 5,40 dollari, si evince che per un paio di dischi si sono accontentati di una somma davvero modesta. Forse le loro spese di spedizione non consideravano l’ipotesi di inviare missive in Europa, ad ogni modo vedo che hanno ritoccato l’offerta del bundle ad 11 dollari, e mi pare il minimo. Non contenti, mi scrivono pure “Thank You for buying stuff from Pox! You have no idea how much we love you!”, e la mia risposta non può che essere: “I love You too, guys!”. Che poi ricevere questo pacchetto mi ha fatto rispolverare il sottile piacere di aprire il pacchetto con bramosia per fiondare il policarbonato nel lettore ed ascoltare finalmente quelle note tanto agognate. Già perché tutti gli altri acquisti, ormai, sono ampiamente preceduti dagli ascolti derivanti dai vari file sharing (da e-mule a soulseek, fino a torrent) e quindi perdono molto di quel fascino un po’ sensuale che ha l’atto di violare il cellophane di un disco a lungo atteso. Beh, sarà il caso di chiudere questa spropositata parentesi di e-shopping per tornare a parlare dell’oggetto dei desideri.
I primi due pezzi, già resi disponibili dal sito del gruppo della NC, avevano alimentato l’idea che si potesse trattare di un album straordinario, se il livello di quelle due tracce si fosse mantenuto costante anche sulle restanti undici. Così non è, lo scrivo senza giri di parole, perchè oltre a In Liberty Lights (che rimane l’apice dell’LP) e ad Heart Pine già ascoltate, sono tre i brani che si avvicinano a quello standard: Bomb Scare, Honorary Wilmingtonian (che sta avendo parecchi passaggi sulle college radio della east coast) e Snake. Lo stile è quello descritto nel post precedente, si tratta di un indie rock melodico “puro e crudo”, lineare, per niente artefatto, che tiene in grande evidenza le chitarre. Difficile che non possa piacere, no?
Anche l’EP, arrivato come wingman, consegna sei tracce del tutto godibili tra cui spicca Live My Life For Me, e che aiutano a comprendere il percorso musicale di questo gruppo che, magari con l’ausilio di una distribuzione più ampia, non tarderà ad uscire dall’anonimato.

Valutazione 4,1 su 5,0

Annunci

Nessuna Risposta to “The Sames [Reprise]”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: