tangerineshade
"Are You a mod or a rocker? I'm a rod!"

Blood Sugar Sex Magik

Perdonatemi questa divagazione. Nasce da uno scambio e-pistolare con una amica di blog, che casualmente è scivolato su un determinato argomento, ed abbiamo convenuto – un po’ per gioco – che avrebbe dovuto essere pubblicato. Ha a che vedere con la musica, in un certo senso, e tra l’altro mi ha generato il quesito di quale sia la playlist che meglio si adatta a determinate circostanze. Caso vuole che proprio ieri un’altra amica di blog abbia fatto riferimento a questo stesso genere di scaletta. I suggerimenti saranno molto graditi, e sarebbe ancor più gradito restare nel genere musicale che più o meno tutti noi prediligiamo.


E’ un problema di educazione sessuale. Purtroppo nell’immaginario collettivo maschile viene demandato un ruolo troppo rilevante al pene e, peggio, ad un’azione da martello pneumatico. Il pene è importante, sia chiaro, ed oltretutto non è affatto vero che la sua dimensione non conti. Conta eccome, senza la necessità di arrivare all’elefantismo, che è uno spreco o addirittura uno svantaggio.

Però viene solo al terzo stadio. Una grande scopata, IMHO, nasce prima di tutto a livello mentale: ci vuole una predisposizione adatta, l’ambiente giusto ma soprattutto uno stimolo cerebrale, il desiderio coltivato dal dialogo, dagli sguardi, dalle carezze. E quindi si passa allo stadio successivo, che prevede un adeguata dedizione alla preparazione con preliminari a cui ci si deve dedicare anima e corpo. Servono a poco quelli espletati a guisa di formalità, senza passione e ricerca. Vivendolo dalla mia parte della barricata, il corpo della partner diventa uno strumento da suonare. Risponde, devi seguire le sollecitazioni, assecondarne gli umori e non rinunciare alla sperimentazione. E soprattutto mai interrompere di propria iniziativa, dev’essere la partner ad implorare di essere penetrata. Solo allora si può essere certi di aver creato i giusti presupposti per una grande scopata.

Che, sempre IMHO, non dovrà avere ritmi da pellicole germano-scandinave a luci rosse, ma piuttosto essere improntato all’armonia, alla delicatezza, continuando a "suonare" lo strumento in maniera melodica, non arrabbiata. Mi rendo conto che qui gli stili si possono differenziare di molto, e non tutte le occasioni richiedono lo stesso spartito che altrimenti, alla lunga, potrebbe diventare un po’ troppo monocorde, nonostante le svariate posizioni consentano di creare un ampio repertorio che spazia dal country al trip-hop. In ogni caso la trivella-perforante la eviterei categoricamente.

Attenersi a questa scaletta, tra l’altro, assicura che l’incontro amoroso venga spalmato su di un arco di tempo consono alle migliori tradizioni dell’ars amatoria. Del resto un concerto che si esaurisce in poche decine di minuti, seppur bellissimo ed intenso, lascia sempre un po’ di amarognola insoddisfazione.

Annunci

12 Risposte to “Blood Sugar Sex Magik”

  1. Bella l’idea di un post sulla scaletta

    ieri stavo per acquistare il mio laptop online
    ero arrivata a mettere dentro i dati della carta di credito e poi mi son fermata. ma ormai ci siamo la prossima volta dovrei farcela!

    un bacio
    Hint

  2. “E soprattutto mai interrompere di propria iniziativa, dev’essere la partner ad implorare di essere penetrata. Solo allora si può essere certi di aver creato i giusti presupposti per una grande scopata.”
    Ne faccio un poster!
    Pero’ ora ci fai anche la playlist con i pezzi, no?

  3. 😀
    ho un deja vu di questo post.
    aiuto.

  4. anzi, anzi
    :-O
    tocca a te

  5. :-ç

    Va bene? ;D

    Hint la scaletta è complicata, ci rifletterò con calma e conto sul tuo aiuto. Dai rompi gli indugi con il laptop, ormai è ora!

  6. ehm, suppongo che ci farò una figura da scemo ma… chi/cos’è IHMO?

    “Vivendolo dalla mia parte della barricata, il corpo della partner diventa uno strumento da suonare. Risponde, devi seguire le sollecitazioni, assecondarne gli umori e non rinunciare alla sperimentazione”

    l’ho sempre detto che sei Beethoven!! 🙂

  7. In
    My
    Humble
    o anche, volendo
    Honest
    Opinion

  8. ho visto scorrere diapositive chiarissime davanti ai miei occhi (quattro quando sono davanti al pc) con questo post.
    incredibile, davvero incredibile :o)

  9. E soprattutto mai interrompere di propria iniziativa, dev’essere la partner ad implorare di essere penetrata.

    questa poi me l’appendo anche io in camera davanti il mio letto!!

  10. Antò, sarà che con gli strumenti veri ho poca dimestichezza, quindi in qualche modo devo pur compensare… ;]

  11. “Del resto un concerto che si esaurisce in poche decine di minuti, seppur bellissimo ed intenso, lascia sempre un po’ di amarognola insoddisfazione”

    seguo i precedenti commentatori e ti cito. Direi che il paragone non fa una piega:)


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: